News dal mondo dpixel

Demo Day Bravo Innovation Hub Palermo: scopri le 20 startup

Le 20 startup accelerate hanno presentato nel corso del Demo Day il risultato della crescita avvenuta attraverso il programma: per 4 di esse premi nazionali, per 5 in corso interlocuzioni con multinazionali e aziende del territorio.
Nella cornice del Centro Sperimentale di Cinematografia, presso i Cantieri Culturali alla Zisa, si è tenuto giovedì 30 novembre il Demo Day di “Bravo Innovation Hub Palermo”, l’evento conclusivo dei due programmi di accelerazione nei settori “New energy, green e clean tech” e “Inclusione, impatto sociale e salute”. L’edizione 2023 si è svolta a Palermo e ha visto la partecipazione di 20 startup selezionate da Invitalia nei due verticali di riferimento. Le imprese hanno ottenuto un contributo “equity-free” di 20 mila euro e partecipato a un programma di accelerazione intensivo di 3 mesi,  gestito da dpixel, il venture incubator del gruppo Sella, con il supporto di Polo Meccatronica Valley di Termini Imerese, Consorzio Univer e SocialFare Impresa Sociale,  e finalizzato ad accelerare il loro sviluppo del business model e l’accesso al mercato. I due programmi di accelerazione di Palermo si sono distinti per il rilevante numero di startup premiate nel corso dell’anno, ulteriore conferma del livello qualitativo espresso dall’hub di Palermo.  Aroundrs, selezionata come “Best Start-up For Impact” da Get It!, beneficerà di investimenti in equity. Il programma per idee e startup a impatto è sostenuto da Fondazione Cariplo e realizzato dalla Fondazione Social Venture Giordano Dell’Amore in partnership con Cariplo Factory. Cheap Fit è stata selezionata dall’innovation hub nato dall’Università di Bologna e Confindustria Emilia Area Centro per il programma Almacube 2023. Anche Clentech si aggiudica il “Best Start-up For Impact” di Get It!, programma sostenuto da Fondazione Cariplo e realizzato dalla Fondazione Social Venture Giordano Dell’Amore in partnership con Cariplo Factory. Relicta è stata premiata com “Startup sarda dell’anno” nella categoria Green & Social Impact da SIOS23 Sardinia. Cinque delle startup accelerate, inoltre, stanno già lavorando ad accordi industriali e commerciali con aziende del sistema meccatronica della regione Sicilia, con imprese di movimentazione di oggetti pesanti e con multinazionali della consulenza nel settore della trasformazione digitale. Nel corso del Demo Day i founder e Ceo delle 20 startup selezionate hanno presentato le loro soluzioni innovative di fronte a una platea di oltre 100 partecipanti. Presenti una trentina tra fondi di investimento, business angel e corporate investor: tra questi il fondo Achernar, che ha da poco acquisito la centrale cogenerativa di Erg Power di Priolo, con la mission di sviluppare in Sicilia progetti nell’ambito della decarbonizzazione e della green economy; e la multinazionale Toshiba con la sua divisione Bralys dedicata alle startup, che ha manifestato grande interesse per i progetti delle start up Relicta Plastiz e Aroundrs. Il Demo Day è il coronamento di un percorso che si è contraddistinto per il rilevante numero di protagonisti, giornate destinate all’iniziativa e partecipanti: 57 talenti e innovatori da tutta Italia, appartenenti alle 20 startup accelerate, hanno preso parte a 48 giornate di formazione (24 per ognuno dei programmi di accelerazione). Nel corso della giornata del 30 novembre i founder e CEO delle startup hanno potuto presentare le loro soluzioni innovative di fronte a una platea di oltre 100 partecipanti e in particolare, al cospetto di oltre 20 tra fondi di investimento, business angel e corporate investor, anche internazionali. Il Demo Day è stato anticipato e preparato attraverso 2 appuntamenti fondamentali che hanno scandito il percorso di accelerazione. Il Benchmark Day, una giornata in cui i team hanno appreso competenze e best practice di innovazione ascoltando le storie di 16 tra founder, professionisti del loro settore di riferimento e fondi di investimento. Il Full Immersion Day, in cui i team hanno incontrato oltre 20 imprenditori del territorio e hanno potuto presentare le loro soluzioni in un vero speed date della durata di 7 minuti. Dai confronti sono emerse diverse opportunità di business ancora in sviluppo. Le startup che hanno presentato le loro soluzioni innovative durante il Demo Day di Bravo Innovation Hub Palermo sono le seguenti. Bravo Innovation Hub” è il programma del Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT) e di Invitalia dedicato alle imprese più innovative e realizzato nell’ambito dell’Asse VI del PON IC 2014-2020-REACT EU ed è alla sua terza edizione, dopo i successi dei programmi “+Turismo +Cultura” e “Agrifood”.
Programma “New energy, green e clean tech”:

Aroundrs, Società Benefit che ha realizzato una piattaforma tecnologica per il riutilizzo del packaging, in grado di dare un’alternativa semplice ed economica agli imballaggi monouso. 

Clentech, Spinoff dell’università di Cagliari che sfrutta un brevetto internazionale per la realizzazione di un composto fotocatalitico innovativo con qualità antiinquinamento, antivirali, antibatteriche e auto igienizzanti. 

Green Independence, ambisce a offrire energia verde e acqua pulita in maniera accessibile, a basso costo e a km 0, per accelerare l’indipendenza energetica dai combustibili fossili. Decentralizza la produzione e lo stoccaggio di energia verde e abilita la produzione a basso costo di idrogeno verde da acque reflue;

Hyp-er, la startup sviluppa una tecnologia innovativa che promette di rivoluzionare il settore dei carrelli elevatori elettrici. Grazie alla loro soluzione, i carrelli elevatori consumano meno energia, presentando una batteria con una durata estesa e una vita utile prolungata;

Hyper Wind, startup innovativa che aiuta i produttori di turbine eoliche a migliorare l’efficienza (+15% energia) dei loro prodotti attraverso un sistema di Active Flow Control sulle pale, riducendo il costo di produzione dell’energia eolica LCOE 

Plastiz, startup italiana che trasforma scarti di plastica in superfici 100% riciclate e riciclabili destinate al mondo dell’arredo. Offre così al mercato una valida alternativa all’utilizzo di plastica vergine e di altri materiali non sostenibili in progetti di design e architettura;

Relicta, startup innovativa costituita nel 2020 che ha sviluppato una bioplastica idrosolubile, biodegradabile e compostabile, ottenuta dagli scarti di lavorazione dell’industria ittica;

Rombo.ai, startup che si pone l’obiettivo di rivoluzionare il settore delle analisi chimiche attraverso l’utilizzo dell’intelligenza artificiale;

Saba Technology, la startup si occupa di ricerca e innovazione in campo ambientale. Si propone di affrontare sfide come la qualità di alimenti e colture, la carenza idrica, la produzione di energia verde attraverso la ricerca e la passione per lo sviluppo di nuove soluzioni green;

Sunspeker, startup basata a Torino che sviluppa soluzioni estetiche per il settore del fotovoltaico, L’idea è quella di rendere estetici i pannelli solari, rendendoli integrati negli ambienti d’uso, in totale armonia con il paesaggio e gli edifici. 

Programma “Inclusione, impatto sociale e salute”:

CanguroLab, community dedicata ai genitori che cercano scelte sostenibili ed ecologiche per la crescita dei figli. La community permette di raggiungere medici specialisti, operatori sanitari, volontari, venire a conoscenza di eventi, scoprire corsi per genitori e famiglie, vendere o comprare regali e giocattoli. 

Cheap Fit, app con l’obiettivo di stimolare la vita attiva degli utenti. Il progetto ha l’obiettivo di incentivare le persone a fare attività fisica convertendo i propri passi, le calorie e i minuti di attività attraverso un sistema di gamification;

Creecon, piattaforma dedicata ai content creator, che permette di farsi conoscere, farsi seguire e vendere i propri lavori. La piattaforma, costruita su un sistema di subscription, vuole aiutare a valorizzare e monetizzare la propria community incentivando la partecipazione dei follower;

Fama Labs sta sviluppando YSI, sistema basato su AI in grado di semplificare il processo di raccolta dati durante i clinical trial e ottimizzare il monitoraggio dei pazienti. Ysi è il primo assistente vocale per la ricerca clinica che, grazie a un sistema di gamification, aumenta la partecipazione dei pazienti al percorso terapeutico;

FinanzApp, Ha realizzato un’app per favorire l’educazione finanziaria tra le giovani generazioni, partendo già dalle scuole. Si tratta di un target difficile da raggiungere per gli istituti finanziari, con i quali sono state già avviate partnership.

Isola Catania, uno spazio nello stupendo Palazzo Biscari di Catania dedicato alla creazione di un impact community hub. Il progetto si propone di creare network, supportare progetti innovativi e creare reti rivolgendosi a talenti, imprese e organizzazioni sia profit che non-profit;

Longevi realizza una piattaforma B2C per permettere di acquistare abbonamenti della salute, ovvero piani terapeutici che prevedano dei pacchetti di visite specialistiche e di prevenzione su vari ambiti come alimentazione, fitness, stato psicologico e salute generale. 

Medigenium, piattaforma per la digitalizzazione degli esami medici. Consente a ospedali e studi medici di ricavare più informazioni dagli esami del paziente e di gestire i dati in maniera più dinamica. 

Nipote in affitto piattaforma che eroga servizi di supporto alla terza età come digital education, supporto alle pratiche amministrative e mantenimento cognitivo. I servizi sono erogati da ragazzi che si candidano sulla piattaforma con l’obiettivo di supportare e includere maggiormente nella società i senior della silver economy;

U-Care Medical, Piattaforma dedicata ai reparti di rianimazione per gestire le principali complicazioni dei pazienti. Il software si installa velocemente nel database della cartella clinica elettronica. Attraverso 15 parametri e l’utilizzo di 4 algoritmi proprietari permette di gestire monitoraggio, cura ed eventi critici.